LA CHIAMAVANO MATERNITA' | Maristella Panepinto e Laura Ruoppolo

filler

Prezzo:
€15

Descrizione

 

  • La chiamavano maternità | Maristella Panepinto e Laura Ruoppolo
  • Prefazione di Simonetta Agnello Hornby
  • Navarra Editore
  • Collana: Fuori collana
  • Categoria: Saggistica
  • Anno: 2020 
  • Pagine: 160
  • Formato 14x21

Essere mamme oggi, tra speranze, desideri, felicità, ma anche dubbi, incertezze e momenti di crisi.  Perché la maternità è un viaggio di trasformazione da affrontare, come le autrici, con coraggio e ironia: una ricetta infallibile!

Dall'esperienza della seguitissima testata online A tutta mamma!... e non solo, un libro - con la prefazione di Simonetta Agnello Hornby - che parla di maternità con schiettezza e il sorriso sulle labbra

La chiamavano maternità è una fitta corrispondenza semiseria che, pur  comprendendo l’intero universo di due donne adulte ha un’unica e salda linea guida: la loro prole. “La maternità è il più bel punto di non ritorno”: in queste parole infatti la giornalista Maristella Panepinto, fondatrice con l'amica e storica dell'arte Laura Ruoppolo del progetto A tutta Mamma!, condensa il suo punto di vista sulla maternità. Un'esperienza forte, un caleidoscopio di sentimenti, una pietra miliare nella vita di moltissime donne: essere mamma è tutto questo e anche molto altro, è bellezza e dolore, entusiasmo e stanchezza cronica, desiderio di stare “appiccicati” al proprio pargoletto ma anche voglia di approdare su un'isola deserta.

Il libro parla con autenticità, dolcezza e ironia della maternità, sfuggendo agli stereotipi melensi e venendo a patti con l'inevitabile somma di sentimenti, che a volte non si allineano tra loro, che ogni madre affronta. Un libro per mamme che non pretendono di essere perfette, ma che accettano con serenità la propria umanissima e fisiologica imperfezione: perché, per le autrici, se c’è una certezza nella maternità, è proprio l’imperfezione, che rende unica ciascuna madre.

Le autrici: Maristella Panepinto, siciliana, è giornalista professionista. Ha lavorato per numerose testate giornalistiche e per anni si è occupata di inchieste di mafia per un noto mensile. Diventata madre, ha ideato il blog A tutta Mamma!...e non solo, che oggi è un seguitissimo giornale online dedicato al mondo della maternità, con una redazione di esperte tutta al femminile. Compagno e grande ispiratore,oltre al marito, è suo figlio Raffaele.

Laura Ruoppolo, agrigentina, è laureata in Storia dell'arte, ha vissuto a Roma lavorando presso il Museo dei Bambini, ora vive a Termoli sull'Adriatico dove sta affrontando la sfida più grande: crescere i suoi due figli, Anna e Niccolò.

I clienti che hanno visto questo articolo hanno visto anche:

Articoli che hai visto di recente